implantologia


Un impianto dentale è una radice dentale artificiale in titanio (completamente biocompatibili) che si colloca nell’osso della mandibola per sostituire un dente mancante.

 

La ricerca scientifica e la tecnologia attuale hanno reso possibile la costruzione di denti che sotto l’aspetto funzionale ed estetico consentono la perfetta sostituzione di quelli naturali. Questa soluzione dura nel tempo, tutela la salute della bocca e quella generale e spesso offre diverse possibilità in base alle personali disponibilità economiche. Inserire un impianto è un intervento solitamente indolore, svolto in anestesia locale, che consente di recuperare pienamente funzionalità masticatoria ed estetica. Sono rari i casi in cui esiste una vera e propria controindicazione agli impianti.

 

IN COSA CONSISTONO GLI IMPIANTI DENTALI?

Alcune persone trovano particolarmente scomodi ponti e dentiere a causa della possibile formazione di vesciche o della loro scarsa aderenza.

Gli impianti fusi all'osso mascellare danno un supporto stabile ai denti artificiali, evitando che i ponti o le dentiere scivolino via o si muovano nella bocca. Inoltre apportando un considerevole beneficio quando si parla o si mangia.

Per poter sostenere un impianto le gengive devono essere sane e l'osso adeguato. Le strutture devono essere mantenute pulite tramite una meticolosa igiene orale e molto importanti sono i regolari controlli dal dentista.

Il protocollo convenzionale implica l’inserimento dell’impianto dopo il quale segue una pausa da 45 giorni a 6 mesi, tempo necessario per l’osseointegrazione (connessione tra impianto e osso di vita).

Nel frattempo il paziente indossa un dente provvisorio.

 

QUANTO DURANO GLI IMPIANTI DENTALI?

Generalmente gli impianti durano 10-20 anni, in base al loro collocamento all’interno della bocca e alla cura della dedicata all’igiene orale.

In ogni caso, gli impianti sui molari durano comunque meno rispetto a quelli applicati sui denti frontali, a causa della loro specifica funzione (tagliare e macerare) e dello stress a cui sono sottoposti.

 

GLI IMPIANTI SONO ADATTI A TUTTI?

Sono ormai milioni i pazienti del mondo che portano protesi su impianti dentali, indipendentemente dalla diversa conformazione anatomica. Qualunque sia il problema di una bocca, l’Odontoiatra saprà indicarti la soluzione su impianti più idonea.

In generale valgono le seguenti regole:

> sono sconsigliabili nei pazienti in fase di crescita, quando le ossa si stanno ancora sviluppando;

> nessuna controindicazione vale invece per chi soffre di osteoporosi;

> malattie come diabete, cardiopatie, altre associabili ai fattori di rischio generali non rappresentano controindicazioni assolute;

> i fumatori che superano le 15-20 sigarette al giorno e i soggetti che fanno abuso di alcol e droghe possono invece riscontrare un maggior rischio di fallimento dell’impianto, in quanto queste sostanze portano ad una propensione ad emorragie e infezioni.