igiene professionale

L'igiene orale quotidiana, per quanto eseguita in modo meticoloso ed attento, non è sufficiente per rimuovere completamente la placca ed il tartaro dai denti. Difatti, la pulizia dentale casalinga si limita a sollevare batteri e residui di cibo depositati sullo smalto del dente od incastrati negli spazi interdentali, non riuscendo tuttavia ad eliminare placca e tartaro nascosti sotto la gengiva o negli spazi difficilmente raggiungibili dallo spazzolino.

 

Pulizia dentale, detartrasi, igiene dentale professionale ed ablazione del tartaro sono diversi modi di chiamare il medesimo trattamento.

 

La pulizia dentale professionale è una procedura terapeutica indicata per rimuovere le incrostazioni di placca e tartaro depositate sui denti. Eseguita da igienisti specializzati, la pulizia dentale è estremamente importante - ed altrettanto efficace - per mantenere i denti in piena salute, salvaguardandoli da carie e da altre malattie dentali e gengivali, quali piorrea e gengiviti.

 



I vantaggi della pulizia dentale professionale:

  •  rimuove completamente placca e tartaro: la pulizia dentale professionale non si limita a eliminare le concrezioni di tartaro sulla superficie dei denti, ma pulisce in profondità spingendosi anche negli spazi interdentali e nella zona sub-gengivale;
  • previene la formazione di carie, parodontite (piorrea), gengiviti, pulpiti;
  • rende i denti lucidi;
  • sbianca i denti gialli;
  • contrasta l'infiammazione gengivale;
  • riduce l'ipersensibilità dentinale;
  • rinforza e irrobustisce i denti;
  • previene la formazione di gengive ritirate (ricordiamo che il deposito di tartaro nei colletti gengivali favorisce la retrazione gengivale);
  • toglie efficacemente le macchie dai denti;
  • prevenire la perdita prematura dei denti;
  • rimedio efficace contro l'alitosi;

 


Frequenza:

Una pulizia dentale più frequente (ad esempio ogni 3 mesi) è invece consigliata per i pazienti affetti da malattie orali, soprattutto piorrea, gengiviti e malocclusione dentale.

 

Almeno una volta l’anno, la pulizia dentale professionale dovrebbe essere supportata da una visita di controllo dentistico: così facendo, l'odontoiatra può verificare lo stato di salute dentale, bloccando sul nascere un processo cariogeno al primo stadio.

 


La pulizia dentale è dolorosa?

 

 

La pulizia dentale professionale è generalmente eseguita senza l’uso dell’anestesia, salvo diversa indicazione del dentista o richiesta specifica del paziente. 

 

Pur essendo pressoché indolore, non è raro che i pazienti lamentino un fastidio più o meno rilevante durante e nelle ore immediatamente successive alla pulizia dentale. In generale, il fastidio o il bruciore percepito è proporzionale al deposito di tartaro e placca sui denti: chiaramente, più sono le incrostazioni di minerali e batteri da eliminare, più elevato sarà il fastidio percepito durante la pulizia dentale. Proprio per ridurre al minimo la sensazione fastidiosa durante la pulizia dentale, si sconsiglia di lasciar passare troppo tempo (oltre 12 mesi) tra un richiamo dentistico e l'altro.

 

Come viene eseguita la pulizia dentale?

La pulizia dentale viene eseguita in più passaggi:

 

  •     rimozione di tartaro e placca accumulati sulla superficie dei denti, negli spazi interdentali e sotto la gengiva. Questo viene eseguito mediante appositi strumenti appuntiti e sterilizzati che, oscillando ad elevatissima frequenza, frammentano le concrezioni di tartaro distruggendo nel contempo i batteri che costituiscono la placca;
  • perfezionamento della pulizia dentale con l'uso di strumenti in acciaio dotati di punte affilate (curette);
  • rimozione delle eventuali macchie mediante l’applicazione di una particolare pasta abrasiva ad azione smacchiante. Per ottenere un completo ed effettivo sbiancamento dentale, si devono utilizzare altri prodotti sbiancanti, sottoponendosi ad un'ulteriore procedura di sbiancamento.
  • lucidatura dei denti;applicazione di mascherine contenenti fluoro per rinforzare e rimineralizzare lo smalto dentale, prevenirne l'erosione e rendere i denti più resistenti all'attacco di batteri (su richiesta);
  • applicazione di una speciale pasta per prevenire o minimizzare l'ipersensibilità dentinale (solo su pazienti predisposti o affetti)

 

Dopo la pulizia dentale si consiglia di attendere almeno un'ora prima di assumere cibo o bevande zuccherate.

 

La seduta di pulizia professionale dei denti può includere anche un preciso programma personalizzato di istruzione all'accurata igiene orale casalinga: in questo modo, i denti possono rimanere sani e lucidi per lungo tempo.